• Dal 9 luglio 2010 abbiamo avuto

    • 55,572 visite
  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 18 follower

Martedì 14 novembre – Assemblea sindacale in orario di lavoro organizzata da CGIL, CISL e UIL

ASSEMBLEA SINDACALE IN ORARIO DI LAVORO

presso

Aula I – Plesso Q02 Campus

MARTEDI’ 14 NOVEMBRE

dalle ore 12,30 alle ore 14,00

Con il seguente o.d.g.:

  • avvio della stagione contrattuale 2018

  • il punto sulla contrattazione locale “Contratto integrativo e Progressioni Economiche Orizzontali”

FLC-CGIL                Simone Saccani

CISL Università      Claudia Cavatorta

UILRUA                  Maurizio Manini

Si invita il personale tecnico amministrativo che vorrà partecipare all’assemblea, di giustificare la propria assenza dal servizio mediante procedura informatizzata, nell’ambito della rilevazione delle presenze, attivando il codice “409 – assemblea sindacale”. Le ore saranno detratte dal monte ore individuale come previsto contrattualmente per le assemblee convocate.

Annunci

“HO SBAGLIATO IL 730!”: C’è tempo fino a fine mese per correggere gli errori

Chi si fosse reso conto solo dopo la scadenza dell’invio del 730 di aver commesso un errore o di aver scordato di inserire ulteriori documenti che certificano detrazioni o redditi ha tempo fino a fine ottobre per sistemare la dichiarazione. In base al tipo di correzione da effettuare, andranno presentati modelli diversi, vediamo quali:
Il 730 Integrativo : se il modello è stato compilato in modo corretto, ma mancano degli oneri deducibili o detraibili, ed in genere tutti i dati che possono far cambiare l’imposta da versare o da recuperare a vantaggio del contribuente, si può presentare il 730 integrativo entro mercoledì 25 ottobre rivolgendosi al Caf o a un professionista anche se il 730 originariamente inviato era stato fatto usando altri canali di trasmissione come ad esempio il precompilato sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Sarà il datore di lavoro a “integrare” il maggior credito entro il mese di dicembre. Il 730 integrativo viene presentato anche nel caso in cui debbano essere corretti solo i dati del sostituto d’imposta.
Modello Unico PF: nel caso in cui la “dimenticanza” riguardi dei redditi, oppure siano stati indicati oneri deducibili o detraibili in misura superiore a quella corretta (quindi si è avuto di più di quanto spettava), va presentato obbligatoriamente un modello Unico Persone fisiche e vanno versate direttamente le somme dovute tramite F24, restituendo così quanto percepito “ingiustamente” compresa la differenza rispetto all’importo del credito risultante dal modello 730, che verrà comunque rimborsato dal sostituto d’imposta.

Incontro con i 6 candidati alla carica di Rettore – 20 settembre 2017

Nella mattinata di ieri, 20 settembre, si è svolta l’assemblea unitaria organizzata da Flc Cgil, Cisl Università e Uil Rua che prevedeva l’incontro con i 6 candidati alla carica di Rettore per il sessennio accademico 2017/2018 -2022/2023.

Erano presenti i professori: Paolo Andrei, Maria Careri, Gabriele Costantino, Rinaldo Garziera e Carlo Quintelli. Il prof. Saverio Bettuzzi non ha potuto partecipare per impegni concomitanti.

Durante l’incontro sono state poste ai candidati una serie di domande (che potete visionare in allegato) a cui i candidati hanno risposto nel tempo loro concesso.

Le domande vertevano su diversi temi riguardanti il futuro della Univestità di Parma, su come affrontare e risolvere le criticità esistenti, sul reperimento di finanziamenti e su altri temi inerenti il personale e l’organizzazione della nostra istituzione.

Alla fine sono state rivolte ai candidati alcune domande da parte dei colleghi presenti all’incontro.

Domande rivolte ai candidati Rettore_- 20 settembre 2017

Risposte dei candidati Proff.ri Andrei, Bettuzzi, Careri, Garziera – 20 settembre 2017

Risposte dei candidati Proff.ri Costantino e Quintelli – 20 settembre 2017

 

Pubblico presente

Pubblico presente

Candidati Rettori

Candidati Rettori

Candidati Rettori

Candidati Rettori

MERCOLEDI’ 20 SETTEMBRE – Confronto pubblico con i 6 candidati Rettori

Gentili Colleghe e Colleghi,

nei mesi scorsi in un modo che nessuno avrebbe immaginato si è chiuso un capitolo della storia della nostra Università. Con l’indizione delle votazioni per l’elezione del nuovo Rettore si apre una nuova fase e chi sarà eletto dovrà fare i conti con un lavoro molto impegnativo affinché siano restituiti prestigio e credibilità all’Ateneo e fiducia al personale, anch’esso colpito dalle scelte non sempre condivisibili della governance universitaria. Vista l’importanza che queste elezioni assumono, le OO.SS. confederali hanno chiesto ai sei candidati alla carica di Rettore un confronto pubblico:

 presso

Aula Centrale – Plesso Q02

Campus

MERCOLEDI’ 20 SETTEMBRE
dalle ore 11,30 alle ore 14,00

Nel corso dell’incontro saranno poste ai candidati  domande sulla governance futura del nostro Ateneo che ripartendo  dalle criticità attuali, delinei un percorso condiviso da tutte le componenti dell’Ateneo, anche quelle che finora sono state marginalizzate o escluse dalle scelte strategiche.

FLC-CGIL                                           CISL Università                                 UILRUA 

Simone Saccani                                       Claudia Cavatorta                             Maurizio Manini

Si invita il personale tecnico amministrativo che vorrà partecipare all’assemblea, di giustificare la propria assenza dal servizio mediante procedura informatizzata nell’ambito della rilevazione delle presenze.

 

SABATO 30 settembre – INAUGURAZIONE CASAINSIEME SAN PROSPERO

Il 30 settembre 2017 è prevista la cerimonia di inaugurazione della residenza per anziani sita presso il Comune di San Prospero (MO).

L’opera è stata realizzata con il contributo delle aziende e dei nostri lavoratori del settore industriale tramite l’iniziativa unitaria CGIL-CISL-UIL di Parma e Unione Parmense Industriali in occasione del sisma emiliano del 2012.

Locandina “Casainsieme” – San Prospero (MO)

 

Viaggi: salute e sicurezza

Dato il periodo, pensiamo sia utile ricordare alcune “buone prassi” da seguire per chi viaggia all’estero.

Qui puoi trovare alcuni consigli (da ADICONSUM)

Le scadenze fiscali di luglio: 730, Redditi e Imu/Tasi

Prima delle vacanze riepiloghiamo gli adempimenti che concludono la campagna fiscale 2017 per lavoratori e pensionati.
E’ ufficiale la scadenza per il modello 730 il 22 luglio (essendo sabato quest’anno sarà lunedì 24) per chi lo presenta da solo on line o anche tramite Caf e professionisti, che però devono avere già inviato l’80% delle dichiarazioni all’Agenzia delle Entrate entro il 7 luglio.
La maggior parte dei contribuenti ha già presentato la dichiarazione e quindi per loro la prossima tappa è il conguaglio.
Ricordiamo allora che per i lavoratori avverrà con la busta paga relativa al mese di luglio e per i pensionati con la pensione di agosto, ma potrà slittare al mese successivo per chi ha presentato la dichiarazione tra fine giugno e nel mese di luglio. Entro fine anno arriverà il rimborso Irpef anche a chi non ha il sostituto d’imposta e riceve il rimborso direttamene dell’Agenzia delle Entrate. In caso di controlli preventivi sul modello da parte dell’Agenzia delle Entrate, l’eventuale rimborso avverrà comunque entro sei mesi dalla data di presentazione della dichiarazione.
Per chi presenta invece il Modello Redditi 2017 (l’ex modello Unico) c’è tempo fino al 30 settembre, attenzione però all’acconto Irpef: per gli importi superiori a 257,52 euro la prima rata pari al 40% dell’importo, andava versata entro il 16 giugno. La prossima data da tenere a mente è quella del 31 luglio per poter beneficiare della maggiorazione “minima” pari allo 0,40 delle imposte per i ritardi che non superano i 30 giorni. L’altra scadenza per Unico è il 30 novembre e riguarda esclusivamente i pagamenti: andrà alla cassa chi versa l’ acconto IRPEF unica soluzione (per importi inferiori a 257,52 euro) e chi dopo l’acconto di giugno deve versare la seconda rata pari al restante 60% dell’importo dovuto.
Chi infine non si è ancora messo in regola per Imu e Tasi, ricordiamo che entro il 16 luglio il ravvedimento prevedeva la sanzione dell’1,5% che sale all’1,67% per chi verserà tra il 17 luglio e il 14 settembre e ancora al 3,75% dal 15 settembre in poi.