• Dal 9 luglio 2010 abbiamo avuto

    • 54,094 visite
  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 18 follower

ROTTAMAZIONE CARTELLE ESATTORIALI tutte le informazioni

Rivolgiti al CAF CISL per assistenza nella presentazione della domanda

Nel decreto collegato alla legge di Stabilità 2017 (decreto legge 193/2016) è stata approvata la rottamazione delle vecchie cartelle esattoriali. Visto il successo e le tantissime richieste da parte dei contribuenti, è stata prorogata al 21 aprile la scadenza prevista a fine marzo.
Più tempo quindi per aderire alla rottamazione delle cartelle Equitalia relative agli anni dal 2000 al 2016, beneficiando della sanatoria su sanzioni e interessi di mora per il ritardo e omesso pagamento del tributo.
Presentando la “dichiarazione di adesione alla definizione agevolata” si pagheranno quindi tributo, interessi legali e spese di notifica.

Possono aderire tutti coloro che hanno debiti pendenti per cartelle esattoriali ricevute nel periodo 2000/2016 (tributi, compresi tributi erariali, contributivi, bolli auto e multe stradali). Entro il 28 febbraio Equitalia ha inviato la comunicazione relativa a cartelle non ancora notificate iscritte a ruolo entro il 31 dicembre 2016.
Anche chi ha chiesto la rateizzazione di una cartella e sta versando regolarmente le rate, può accedere alla definizione agevolata per gli importi ancora da versare, se è in regola con i versamenti delle rate con scadenza 1° ottobre al 31 dicembre 2016. A partire dal 1° gennaio 2017 è prevista la possibilità di sospendere tutti i pagamenti fino alla prima rata stabilita per la rottamazione.
Altro requisito è che non vi siano controversie in corso con l’Ente di riscossione, caso in cui andrà compilata una dichiarazione di rinuncia ai giudizi pendenti.
Il pagamento potrà avvenire in un’unica soluzione a luglio 2017, o a rate fino a un massimo di 5, di cui 3 nel 2017 e 2 nel 2018., con l’applicazione di un tasso di interesse pari al 4,5% annuo a partire dal 1 agosto 2017. Almeno il 70% del debto dovrà essere comunque saldato entro fine 2017.

Il Caf Cisl è a diposizione dei contribuenti per seguire tutta la pratica: ti aiuteremo a visionare tutti i ruoli che puoi rottamare, calcolare il risparmio e l’importo residuo da versare, presentare l’istanza e chiedere la rateazione, comodamente su appuntamento senza file, dubbi e moduli da compilare e inviare.

Associazione “Progetto famiglia”

L’Associazione “Progetto famiglia” realizza attività e progetti partendo dai bisogni e dagli interessi delle persone al fine di sviluppare reali beni relazionali, che sostengono il benessere personale e  della comunità.

Leggi il volantino.

 

Guida alle novità fiscali 2017

Qui puoi trovare una utile guida alle novità fiscali per il 2017 ed altri documenti che ti aiuteranno per la compilazione delle dichiarazioni reddituali (730, ISEE, RED, CONTRATTO locazione, assistenza familiare, ecc.) tua e della tua famiglia.

Ricorda di prenotare un appuntamento presso le  Sedi CAF CISL – Provincia di Parma dislocate sul territorio.

caf-guida-2017

elenco-documenti-per-imu-e-tasi

elenco-documenti-successioni

elenco_documenti_730

elenco_documenti_assistenza_familiare

elenco_documenti_contratti_di_locazione

elenco_documenti_modelli_inps-icric-clav-accas-pdf

elenco_documenti_red

elenco_documenti_unico

elenco_documenti_isee

Convenzione “Zurich Assicurazioni” – Parma

Leggi il volantino

che riporta i recapiti per avere informazioni e chiarimenti riguardo la convenzione con  la “Zurich Assicurazioni” di Parma.

Incontro per definizione bozza “testo unico” del Pubblico impiego”

Leggi il comunicato  in allegato

comunicato-del-17-febbraio-2017

30 novembre 2016. Cgil, Cisl e Uil hanno firmato l’accordo quadro con il Governo sul rinnovo dei contratti del pubblico impiego

30 novembre 2016. Cgil, Cisl e Uil hanno firmato a Palazzo Vidoni l‘accordo quadro con il Governo sul rinnovo dei contratti del pubblico impiego. “E’ una svolta storica nel pubblico impiego” Commenta a caldo la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan. “Riparte la contrattazione in tutti i comparti pubblici”.
“Sono molto contenta, abbiamo fatto prevalere nuovamente la contrattazione e si e’ fatta valere la contrattazione sulla legge” “, prosegue Furlan. “In questi anni infatti il contratto e’ stato spolpato dalle norme e “ora attiveremo la contrattazione di secondo livello che garantira’ non solo buste paghe piu’ pesanti ma anche piu’ qualita’ del servizio”.
Quanto alla parte economica, Furlan spiega che saranno poi i contratti a stabilire come andranno distribuiti gli 85 euro: “Si tratta comunque di una cifra piu’ che dignitosa. I dipendenti pubblici sono stati tropo tempio senza contratto. Finalmente saremo in condizione di rispondere al meglio  alle esigenze dei cittadini. Si e’ fatta un po’ di giustizia”.

Leggi in allegato il comunicato della CISL-Università: Firmato accordo sul pubblico impego

ISEE 2016 – I documenti da presentare al Caf CISL per ricevere assistenza gratuita per il modello Isee

Oggi le famiglie hanno a disposizione numerose opportunità per migliorare il loro bilancio familiare attraverso il riconoscimento del diritto a godere di prestazioni sociali agevolate. L’accesso a queste prestazioni è legato al possesso di determinati requisiti soggettivi e alla situazione economica della famiglia.

A partire dal 2015, l’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente), è lo strumento che è adottato da molti enti pubblici e privati per valutare la situazione economica delle famiglie che intendono richiedere una prestazione sociale agevolata (prestazione o riduzione del costo del servizio).

Per ottenere l’assistenza necessaria alla compilazione della dichiarazione e delle domande da presentare agli Enti erogatori delle prestazioni è possibile rivolgersi ad un qualsiasi ufficio del CAF su tutto il territorio nazionale che gratuitamente potrà assistervi nella compilazione della dichiarazione utile ad ottenere l’ISEE.

Questo è l’elenco_documenti  da presentare al CAF CISL  (qui trovi l’elenco delle sedi e gli orari di apertura) per far compilare la dichiarazione ISEE.