• Dal 9 luglio 2010 abbiamo avuto

    • 55,572 visite
  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 18 follower

Le scadenze fiscali di luglio: 730, Redditi e Imu/Tasi

Prima delle vacanze riepiloghiamo gli adempimenti che concludono la campagna fiscale 2017 per lavoratori e pensionati.
E’ ufficiale la scadenza per il modello 730 il 22 luglio (essendo sabato quest’anno sarà lunedì 24) per chi lo presenta da solo on line o anche tramite Caf e professionisti, che però devono avere già inviato l’80% delle dichiarazioni all’Agenzia delle Entrate entro il 7 luglio.
La maggior parte dei contribuenti ha già presentato la dichiarazione e quindi per loro la prossima tappa è il conguaglio.
Ricordiamo allora che per i lavoratori avverrà con la busta paga relativa al mese di luglio e per i pensionati con la pensione di agosto, ma potrà slittare al mese successivo per chi ha presentato la dichiarazione tra fine giugno e nel mese di luglio. Entro fine anno arriverà il rimborso Irpef anche a chi non ha il sostituto d’imposta e riceve il rimborso direttamene dell’Agenzia delle Entrate. In caso di controlli preventivi sul modello da parte dell’Agenzia delle Entrate, l’eventuale rimborso avverrà comunque entro sei mesi dalla data di presentazione della dichiarazione.
Per chi presenta invece il Modello Redditi 2017 (l’ex modello Unico) c’è tempo fino al 30 settembre, attenzione però all’acconto Irpef: per gli importi superiori a 257,52 euro la prima rata pari al 40% dell’importo, andava versata entro il 16 giugno. La prossima data da tenere a mente è quella del 31 luglio per poter beneficiare della maggiorazione “minima” pari allo 0,40 delle imposte per i ritardi che non superano i 30 giorni. L’altra scadenza per Unico è il 30 novembre e riguarda esclusivamente i pagamenti: andrà alla cassa chi versa l’ acconto IRPEF unica soluzione (per importi inferiori a 257,52 euro) e chi dopo l’acconto di giugno deve versare la seconda rata pari al restante 60% dell’importo dovuto.
Chi infine non si è ancora messo in regola per Imu e Tasi, ricordiamo che entro il 16 luglio il ravvedimento prevedeva la sanzione dell’1,5% che sale all’1,67% per chi verserà tra il 17 luglio e il 14 settembre e ancora al 3,75% dal 15 settembre in poi.

Annunci

Bonus “Mamma domani”: alcune specificità

L’accesso al bonus “Mamma domani”, un premio di 800 € per la nascita o l’adozione di un minore, prevede alcune specificità. Vediamole insieme.

L’Inps provvede a corrispondere – su richiesta della gestante o madre del minore – il pagamento, in un’unica soluzione, della somma per ogni evento ed in relazione ad ogni figlio: ciò significa che l’Inps eroga tanti bonus quanti sono i bambini nati o adottati/affidati.

Il premio non concorre alla formazione del reddito complessivo.

 

La domanda

Per ogni minore dovrà essere presentata un’unica domanda: se è stata già presentata quella per il compimento del 7° mese di gravidanza non si dovrà quindi presentarne un’altra in relazione all’evento nascita; allo stesso modo, la richiesta di bonus per l’affidamento preadottivo non può essere rinnovata anche in occasione della successiva adozione dello stesso minore.

Nel caso di parto plurimo, invece, se è stata già presentata domanda al compimento del 7° mese, la stessa andrà successivamente inoltrata anche in seguito alla nascita, corredata di tutte le informazioni relative a tutti i minori nati, necessarie per l’integrazione del premio già richiesto.

Continua a leggere

Gli errori da evitare quando investo i miei soldi

Vi segnaliamo questa iniziativa, organizzata da Adiconsum Parma Piacenza insieme a FNP e UST, in programma il 24 maggio alle ore 17.30 presso la sede di Via Lanfranco.

Il convegno si propone di offrire alcuni elementi di educazione finanziaria, utili ad orientarsi nel mondo degli investimenti.

L’iniziativa è aperta all’intera cittadinanza.

Vedi qui il manifesto dell’iniziativa

Congresso Regionale della Federazione CISL Università Emilia-Romagna

Il 10 aprile si è svolto presso il Salone Bondioli della sede CISL di Bologna il “Congresso Regionale della Federazione CISL Università Emilia-Romagna”.
Sono stati eletti i rappresentanti negli organi della organizzazione:

il Segretario Generale Regionale, che ha visto la riconferma di Roberta De Falchi, il Consiglio Generale Regionale, la Segreteria Regionale, l’Esecutivo Regionale, il Collegio dei Sindaci e il delegato che parteciperà al Congresso della USR CISL dell’Emilia-Romagna.
A Roberta ed a tutti gli amici eletti va il nostro augurio di un buon lavoro!
La Segreteria

Associazione “Progetto famiglia”

L’Associazione “Progetto famiglia” realizza attività e progetti partendo dai bisogni e dagli interessi delle persone al fine di sviluppare reali beni relazionali, che sostengono il benessere personale e  della comunità.

Leggi il volantino.

 

Legge di stabilità e decreto “Milleproroghe”

E’ stata approvata, negli ultimi giorni del 2015, la nuova “Legge di stabilità” (28 dicembre 2015 n° 208).

Leggi la circolare con le novità più rilevanti cliccando il link sottostante.

CIRCOLARE 14 GENNAIO 2016 SU LEGGE DI STABILITA’ E DECRETO

 

27 novembre – Firmata la preintesa del “Contratto integrativo locale – Università di Parma”

Venerdì 27 novembre 2015, nel corso di una riunione di contrattazione, è stata firmata dai rappresentanti delle sigle sindacali

CGIL   CISL   UIL   CISAL   CISAPUNI   UGL   USB

una preintesa del “Contratto integrativo locale”.

Il testo sottoscritto (che potete visualizzare QUI) sarà illustrato a tutto il personale tecnico-amministrativo in una assemblea (AUTORIZZATA IN ORARIO DI SERVIZIO) convocata per il giorno

Giovedì 3 dicembre 2015 alle ore 11.00

presso l’aula E del plesso DI “Ingegneria Didattica” (Campus universitario)