• Dal 9 luglio 2010 abbiamo avuto

    • 54,094 visite
  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 18 follower

Pubblicazione Ordinanza di mobilità personale docente e tecnico – amministrativo delle Istituzioni AFAM e avvisi scelta sede incarichi a tempo indeterminato – A.A. 2015/2016

Con la nota dell’8/8/2016 il MIUR ha comunicato di aver pubblicato il 5 agosto l’Ordinanza prot. n.622 che disciplina, per l’anno accademico 2016/2017, la mobilità del personale docente e tecnico – amministrativo con rapporto di lavoro a tempo indeterminato presso le Istituzioni del comparto AFAM.

L’Ordinanza è presente sul sito istituzionale del Ministero www.afam.miur.it.

Si evidenzia, in particolare, che il termine ultimo per la presentazione delle istanze è fissato perentoriamente alla data del 9 settembre 2016.

Continua a leggere

16 maggio 2016 – Mobilitazione del personale Università, Ricerca e AFAM – Presidio presso il MIUR

Lunedì 16 maggio, dalle ore 10.00, al via la mobilitazione del Personale delle Università, della Ricerca e dell’AFAM.

In allegato il Volantino FIR Università

Legge di stabilita’ 2016 – MOBILITAZIONE DEI LAVORATORI – AFAM

MOBILITAZIONE DEI LAVORATORI DELL’AFAM CONTRO IL DDL DI STABILITA’ 2016 E PER SOLLECITARE I RINNOVI CONTRATTUALI.

COMUNICATO UNITARIO AFAM

AFAM – 6 maggio – Incontro con sottosegretario D’Onghia

Il giorno 6 maggio si è tenuto un incontro tra le OO.SS. ed il sottosegretario di Stato D’Onghia sulle problematiche del comparto AFAM.

Comunicato incontro con sottosegretario D’Onghia

Risultati elezioni RSU – Conservatorio “Arrigo Boito”

La Federazione CISL Università-AFAM ringrazia tutti i colleghi per la fiducia e il consenso che avete accordato alla nostra lista.

Grazie a voi saremo presenti, con la collega Claudia Rondelli, alle sedute di contrattazione.

Consideriamo che il vostro contributo, con segnalazioni, suggerimenti ed anche critiche,  sarà fondamentale per “fare funzionare” la RSU nei prossimi 3 anni.

Un ringraziamento va anche alla collega Elena Stella ed al collega Nicola Mottaran, membro della commissione elettorale.

 

La Segreteria della

Federazione CISL Università-AFAM

Risultati ufficiali elezioni RSU 2015 – Conservatorio “Arrigo Boito”

3, 4 e 5 marzo – Elezioni Rappresentanze Sindacali Unitarie (RSU) – Conservatorio “Arrigo Boito”

Nei giorni 3, 4 e 5 marzo 2015 si svolgeranno, su tutto il territorio nazionale, le elezioni per il rinnovo delle Rappresentanze Sindacali Unitarie (RSU).

La Federazione CISL Università – AFAM di Parma ha candidato le colleghe

Rondelli Claudia

(Docente “Accompagnamento Pianistico”)

Stella Elena

(Personale ATA)            

Le votazioni si svolgeranno nei giorni

3, 4 e 5 marzo 2015

Continua a leggere

1° DICEMBRE: SCIOPERO DELLE FEDERAZIONI DEL LAVORO PUBBLICO

Il 1° dicembre le Federazioni del lavoro pubblico della CISL hanno indetto lo sciopero per l’intera giornata, con le motivazioni e gli obiettivi su cui è stata condotta la mobilitazione sfociata nella grande manifestazione dell’8 novembre a Roma.

PERCHE’ SCIOPERIAMO?

Al di là della facile demagogia che ci inonda ogni giorno dai giornali, dalle televisioni, dai Social Network è giunto il momento di dire che le scelte politiche di questi ultimi anni ci hanno penalizzato pesantemente e dunque si chiede di

  • RINNOVARE I CONTRATTI DEI PUBBLICI DIPENDENTI CON UN SOSTANZIALE AUMENTO DEGLI STIPENDI FERMI DA 6 ANNI
  • RIDARE SLANCIO E RISORSE ECONOMICHE ALLA CONTRATTAZIONE DI SECONDO LIVELLO
  • RIVEDERE LE RIFORME CHE HANNO INTERESSATO LA SCUOLA, L’UNIVERSITA’ E L’AFAM NELLE PARTI CHE PENALIZZANO PESANTEMENTE IL PERSONALE CHE VI OPERA

Poche cose, dunque, ma essenziali per noi pubblici dipendenti.

PERCHE’ UNO SCIOPERO INDETTO SOLO DALLA CISL?

Il pluralismo sindacale che è nella storia e nella cultura del nostro paese, è ad un tempo la nostra ricchezza e la nostra debolezza. Dopo aver dichiarato dal palco di Roma, proprio  l’8 novembre, la centralità della lotta per il pubblico impiego, altri hanno deciso che non ne valesse la pena e hanno optato per altri tipi di protesta. Se ne prende atto, in attesa che la necessità di una lotta sempre unitaria e il difficile momento che stiamo vivendo ci riuniscano all’insegna della difesa del lavoro.