• Dal 9 luglio 2010 abbiamo avuto

    • 59.710 visite
  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 18 follower

  • Federazione CISL Università

  • Annunci

Primo giorno di scuola: fino a 149 euro di detrazioni per le spese sostenute nel 2018

Per le spese di istruzione sostenute nel 2018 è possibile beneficiare di una detrazione del 19% sino a un massimo di spesa pari a 786 euro per ogni figlio, con un rimborso massimo di 149,34 euro per studente che verrà riconosciuto con la dichiarazione dei redditi del 2019.
Primo giorno di scuola: fino a 149 euro di detrazioni per le spese sostenute nel 2018
Si possono detrarre i costi sostenuti per
  • le tasse di iscrizione e frequenza;
  • le spese per la mensa;
  • i contributi obbligatori e quelli volontari;
  • le erogazioni liberali appositamente deliberati dagli istituti scolastici o dai loro organi e sostenute dal contribuente con la specifica finalità legata alla frequenza scolastica;
  • le spese per i servizi scolastici integrativi, quali l’assistenza al pasto e il dopo scuola(anche quando il servizio è reso per il tramite del Comune o di altri enti rispetto alla scuola);
  • le spese per gite scolastiche;
  • le spese per l’assicurazione della scuola;
  • ogni altro contributo finalizzato all’ampliamento dell’offerta formativa (ad esempio corsi di lingua, teatro, ecc.) deliberato dagli organi d’istituto.
Non sono invece detraibili, purtroppo, le spese per l’acquisto di libri di testo e di materiale didattico e di cancelleria, né quelle di trasporto. Quando le spese vengono pagate direttamente alla scuola, non occorre che il contribuente esibisca la copia della delibera scolastica che ha disposto tali versamenti. La delibera va richiesta, invece, nel caso in cui la spesa per il servizio scolastico sia pagata direttamente a soggetti terzi (ad esempio all’agenzia di viaggio nel caso di una gita scolastica). Nella detrazione tutte le spese scolastiche sostenute per la frequenza di istituti di ogni ordine e grado: asili nido, scuole dell’infanzia (cioè scuole materne); scuole primarie (ossia elementari); scuole medie inferiori e superiori, università, master, scuole di specializzazione, dottorati di ricerca, corsi di perfezionamento. Da quest’anno i genitori di alunni con disturbi dell’apprendimento (DSA) potranno usufruire di una detrazione del 19% su tutti i sussidi e strumenti compensativi necessari per aiutare l’alunno. Questa specifica detrazione non prevede alcun tetto di spesa ed è valida fino al completamento della scuola superiore.
Annunci

Fondi Pensione Integrativi

E’ stato attivato uno sportello di consulenza relativo ai Fondi Pensione Integrativi  gestito dal collega Adriano Linari, da anni esperto in materia. L’attività di consulenza funzionerà a Parma, presso la sede di Via Lanfranco,ogni martedì pomeriggio (15.30 – 18.00) e a Piacenza ogni mercoledì pomeriggio.
seniors in the park

Photo by Kaboompics .com on Pexels.com

AGGIORNAMENTO SUI TEMI DISCUSSI NELLA CONTRATTAZIONE DEL 23 LUGLIO 2018

La seduta si è aperta con la partecipazione del Magnifico Rettore che ha annunciato per l’autunno prossimo un’assemblea con tutto il Personale.

L’odg prevedeva l’esame dei seguenti argomenti:

Fondo Comune Ateneo

CGIL, CISL e UIL hanno firmato l’accordo per la distribuzione del Fondo, che per l’anno 2017 ammonta a Euro 229.985,29, con gli stessi criteri utilizzati per gli anni precedenti.

Abbiamo fatto presente all’Amministrazione la necessità di accelerare la revisione, in direzione migliorativa per il PTA, dell’attuale regolamento per l’Attività conto Terzi.

Buoni pasto

Pensiamo ci debba essere un segnale da parte dell’Amministrazione per tutto il PTA che in questi anni ha sopperito alla carenza di organico effettuando spesso più rientri di quelli normalmente preVISTI

L’Amministrazione, a seguito di nostre richieste precedenti, ha proposto un innalzamento del tetto annuo dei buoni pasto maturabili pro capite. La misura è stata ritenuta insufficiente. Pertanto, si è deciso di rimandare il confronto, chiedendo che i buoni residui (non distribuiti) vengano proporzionalmente riconosciuti al Personale che, per esigenze di servizio, ha effettuato più rientri del previsto, superando il tetto massimo.

  La partecipazione alla contrattazione integrativa di CGIL, CISL e UIL è stata e sarà sempre orientata a tutelare l’interesse di tutto il Personale Tecnico Amministrativo.

 

 

Contrattazione integrativa: partecipa solo chi ha firmato il contratto, lo dice anche il Tribunale di Roma

Sentenza tribunale di Roma – 18 luglio 2018

Mancato pagamento di IMU e TASI nei termini: ecco le sanzioni

Se non hai pagato nel termine previsto, quello cioè del 18 giugno scorso, l’IMU e la TASI, puoi farlo in qualsiasi momento, ma aggiungendo le dovute sanzioni, che dipendono da quanto tempo hai fatto trascorrere per regolarizzare la tua posizione, ricorrendo alla procedura  del “ravvedimento”.

Ecco le date da tenere a mente:

  • pagamento entro il 18 luglio 2018 (ravvedimento operoso): sanzione pari all’1,5% dell’imposta dovuta
  • pagamento tra il 19 luglio 20189 e il 17 settembre 2018 (ravvedimento medio): sanzione pari all’1,67%
  • pagamento tra il 18 settembre 2018 ed entro il 1° luglio 2019  (ravvedimento lungo): sanzione pari al 3,75%.

Ricordiamo che, oltre alle sanzioni, gli interessi da pagare per ogni giorno di ritardo sono pari allo 0,3%.
Per il pagamento deve essere utilizzato il modello F24.

Come fare domanda per il bonus idrico

Dal 2018 gli utenti del settore idrico in condizioni di disagio economico potranno usufruire di uno sconto in bolletta attraverso il Bonus sociale idrico.

I requisiti economici previsti per accedere al bonus idrico sono gli stessi per accedere al bonus gas/elettrico: all’agevolazione potranno accedere tutti i nuclei familiari con Indicatore di situazione economica equivalente (Isee) inferiore a 8.107,50 euro, limite che sale a 20.000 euro se si hanno più di 3 figli fiscalmente a carico.

Il bonus garantisce una fornitura gratuita di 18,25 metri cubi di acqua su base annua (pari a 50 litri/abitante al giorno) per ogni componente della famiglia anagrafica. Tale quantità stata individuata come quella necessaria per soddisfare i bisogni fondamentali.

Hanno diritto al bonus anche gli utenti che non hanno un contratto di fornitura diretto perché l’utenza è intestata al condominio.

Tutte le domande presentate nel 2018 avranno diritto al beneficio a partire dal 1 gennaio 2018.

Superamento del precariato per il Personele Tecnico-Amministrativo

Il 4 giugno 2018 le Organizzazioni Sindacali CGIL-CISL-UIL del nostro comparto hanno inviato una nota che riguarda il superamento del precariato per il Personele Tecnico-Amministrativo (art. 20 D.Lgs. 75/2017).

Nota unitaria – Superamento del precariato – personale tecnico amministrativo art. 20 dlgs 752017